Home > Spreco alimentare: approvate le linee di indirizzo

Spreco alimentare: approvate le linee di indirizzo

 

Linee di indirizzo rivolte agli enti gestori di mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità, al fine di prevenire e ridurre lo spreco connesso alla somministrazione degli alimenti

 

 

Con il parere favorevole della Conferenza Unificata, sono ufficialmente adottate le “Linee indirizzo enti gestori mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità  al fine di prevenire e ridurre lo spreco connesso alla somministrazione degli alimenti”

 

L’adozione di apposite linee di indirizzo da parte del Ministero della Salute era prevista dalla Legge 19 agosto 2016, n. 166. Il documento si è perfezionato nel corso di quest’anno, sulla base di osservazioni formulate principalmente dall’Associazione dei Comuni (ANCI), ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 30 ottobre 2018.

 

 

Pianificazione, monitoraggio e riutilizzo

Le linee di indirizzo sono rivolte agli “enti gestori di mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità”. Di ciascun ambito viene fornito un decalogo e un criterio di misurazione delle performance raggiunte nella prevenzione e nella riduzione dello spreco connesso alla somministrazione degli alimenti.

Le linee di indirizzo fanno leva, fra l’altro, sulla pianificazione dei pasti e dell’approvvigionamento delle corrette quantità di materie prime. Vengono inoltre fornite indicazioni per il monitoraggio delle eccedenze e dei residui alimentari, ricercandone le cause sia per perseguire obiettivi di riduzione che di riutilizzo.

In base al Nuovo Codice degli appalti, i servizi di ristorazione scolastica, ospedaliera e assistenziale possono essere aggiudicati anche in base alle azioni poste in essere contro lo spreco alimentare.

Condividi

Carica altri contenuti