Home > Sicurezza e agilità: quale tutela per lo smart worker?

Sicurezza e agilità: quale tutela per lo smart worker?

Marco Peruzzi – Olympus Uniurb

 

Il saggio ha l’obiettivo di verificare la disciplina di tutela della salute e sicurezza del lavoratore agile. In questa prospettiva, l’analisi evidenzia le questioni interpretative poste dalle disposizioni del d.d.l. S.2233-B, approvato definitivamente il 10 maggio 2017, e la loro mancanza di raccordo con il sistema normativo preesistente, rilevabile su almeno tre versanti: il rapporto con l’istituto del telelavoro, l’applicabilità della normativa sui videoterminali, il coordinamento con le disposizioni in tema di orario di lavoro.

Condividi

Carica altri contenuti