Home > L’ITALIA E L’AMBIENTE: RAPPORTO ISPRA

L’ITALIA E L’AMBIENTE: RAPPORTO ISPRA

Ecco il primo rapporto interagenziale sui controlli ambientali di sistema

 

RAPPORTO ISPRA

 

 

Dall’ introduzione del documento:

 

“Il presente documento è stato redatto nell’ambito delle attività dei gruppi di lavoro interagenziali ISPRAARPA-
APPA (SNPA), attivati per il triennio 2014-2016. Si tratta in particolare del gruppo di lavoro 32,
costituito al fine di redigere la linea guida per la predisposizione del rapporto dei controlli ambientali svolti
dal Sistema Nazionale della Protezione dell’Ambiente e del gruppo di lavoro 38 impegnato invece nella
raccolta dei dati sui controlli condotti nel 2015 e relativa redazione e pubblicazione del primo rapporto sui
controlli ambientali di sistema. Il documento in particolare rendiconta i controlli svolti dal sistema agenziale
su impianti industriali soggetti al rispetto dell’autorizzazione integrata ambientale (ex art. 29-decies d.lgs.
152/2006 e smi) e gli stabilimenti soggetti al rispetto della Direttiva Seveso (ex d.lgs. 334/99, da luglio 2015
sostituito dal Dlgs. 105 del 26/6/2015).
La predisposizione di un rapporto dei controlli ambientali di sistema si è resa necessaria poichè, nonostante
le svariate attività ispettive che sono svolte da tutto il sistema in varie tematiche ambientali, non esisteva
ancora un documento unico che riassumesse le attività svolte dagli enti di controllo ed al contempo ne
evidenziasse gli esiti. In prima analisi, essendo un lavoro senza precedenti nell’ambito della reportistica delle
attività di controllo, si è deciso che le tematiche d’interesse avrebbero riguardato solo i controlli svolti in
ambito AIA e Seveso, attività più rilevanti in termini di impegno e di impatto territoriale/ambientale,
rimandando eventualmente a successive edizioni l’inserimento di altre tematiche.”

 

Consultate qui l’intero documento –> CONTROLLI_AMBIENTALI_SNPA_AIA-SEVESO anno 2015 ediz.2016   

 

Giovanni Taveri (coordinatore AIAS regione Puglia e componente del Consiglio Direttivo) ha partecipato alla sua stesura del rapporto in qualità di rappresentante dell’ARPA pugliese.

 

Grazie ancora a Giovanni  per il prezioso contributo e la relativa segnalazione.

 

Buona lettura!

 

Condividi

Carica altri contenuti