Home > Norme > Regolamento recante approvazione dello statuto-tipo dei consorzi per la gestione dei RAEE

Regolamento recante approvazione dello statuto-tipo dei consorzi per la gestione dei RAEE

Decreto 13 dicembre 2017 n. 235.

 

 

Regolamento recante approvazione dello statuto-tipo dei consorzi per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE), ai sensi dell’articolo 10, comma 3, del decreto legislativo 14 marzo 2014 n. 49

 

 

 


 

Fonte: InSic

In vigore dal 15 marzo, il Decreto 13 dicembre 2017 n. 235 del Ministero dell’Ambiente (pubblicato in GU del 28-02-2018) che contiene lo Statuto-tipo dei consorzi per la gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. n. 49/2014.


Il Decreto legislativo 14 marzo 2014, n. 49 “Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)” richiede all’art. 10 che i consorzi che operano in questo settore abbiano autonoma personalità giuridica di diritto privato, siano privi di lucro e siano operanti sotto la vigilanza del ministero Ambiente e Ministero Sviluppo economico.
Il DM n. 235/2017 costituisce Regolamento per l’organizzazione di questi Consorzi, i quali possono motivatamente integrare e modificare nei propri statuti le disposizioni dello statuto-tipo riportato all’Allegato 1, comunicandolo ai due ministeri competenti ai fini della loro approvazione.
Nell’Allegato sono riportati tutti gli articoli dello Statuto, dalla natura all’oggetto alle finalità del Consorzo -artt 1-3) per poi regolare la partecipazione dei consorziati, diritti e obblighi – artt. 4 e 5) e la parte finanziaria (fondo consortile e finanziamento attività art.6 e7). Non manca poi il riferimento agli organi necessari e alla composizione dell’Assemblea, del Consiglio d’Amministrazione, Presidente e Vicepresidente, Direttore Generale (artt.8 -15) nonché agli Organi di controllo, sindacali e di vigilanza e di revisione dei conti (artt. 16-19), per poi chiudere con le disposizioni finanziarie e di bilancio (art.20) e le ipotesi di scioglimento e Liquidazione (art.22).

Condividi

Carica altri contenuti