Home > Norme > Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionali

Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionali

 

 

 

Provvedimento: DPCM 17 febbraio 2017

In: GU Serie Generale n. 87 del 13-4-2017

 


 

 

Fonte: diritto e giustizia

Il decreto definisce «l’architettura istituzionale deputata alla tutela della sicurezza nazionale relativamente alle infrastrutture critiche materiali e immateriali, con particolare riguardo alla protezione cibernetica e alla sicurezza informatica nazionali, indicando a tal fine i compiti affidati a ciascuna componente ed i meccanismi e le procedure da seguire ai fini della riduzione delle vulnerabilità, della prevenzione dei rischi, della risposta tempestiva alle aggressioni e del ripristino immediato della funzionalità dei sistemi in caso di crisi».

 

 

Lo scopo

Il testo mira dunque a garantire la sicurezza cibernetica, definita come la condizione per cui lo spazio cibernetico risulti protetto grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza fisica, logica e procedurale in riferimento ad eventi, volontari o meno, di acquisizione o trasferimento indebito di dati, modifica o distruzione illegittima degli stessi o, ancora, controllo indebito, danneggiamento e distruzione.

 

 

La struttura

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ricopre il ruolo di vertice del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica ed è assistito dal Comitato interministeriale per la sicurezza, supportato da un Organismo di supporto tecnico. Infine, presso il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, è costituito, in via permanente, il Nucleo per la sicurezza cibernetica che, nell’ambito della sicurezza dello spazio cibernetico, cura gli aspetti relativi alla prevenzione e preparazione ad eventuali situazioni di crisi e per l’attivazione delle procedure di allertamento.

Condividi

Carica altri contenuti