Home > Norme > Quadro comunitario per la sicurezza nucleare degli impianti nucleari

Quadro comunitario per la sicurezza nucleare degli impianti nucleari

D.Lgs. 15/09/2017 n. 137

 

 

Attuazione della direttiva 2014/87/Euratom che modifica la direttiva 2009/71/Euratom che istituisce un quadro comunitario per la sicurezza nucleare degli impianti nucleari

 

 


 

La direttiva 2014/87/Euratom richiede agli Stati membri di istituire un quadro legislativo nazionale che preveda:

  • ripartizione delle responsabilità e coordinamento tra gli istituti statali competenti
  • requisiti nazionali di sicurezza
  • sistema di concessione delle licenze
  • sistema di controlli da parte dell’autorità nazionale
  • adeguate sanzioni per il mancato rispetto delle norme.

Inoltre gli Stati membri devono garantire misure normative che assicurino l’indipendenza delle autorità nazionali di regolamentazione dal punto di vista giuridico e finanziario, nonché misure che garantiscano la competenza tecnica e scientifica del personale e che prevengano eventuali conflitti di interesse.

In tale ambito, le funzioni di autorità nazionale in materia di sicurezza nucleare e radioprotezione sono svolte dall’Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la radioprotezione (ISIN). Con il decreto legislativo 45/2014 è stata attuata la direttiva 2011/70/Euratom che ha istituito un quadro comune di riferimento a livello europeo per la sicurezza e la sostenibilità della gestione del combustibile esaurito e delle scorie radioattive, al fine di proteggere i cittadini, i lavoratori, l’ambiente, dall’effetto nocivo delle radiazioni ionizzanti. L’articolo 6 del citato decreto legislativo istituisce l’ISIN quale autorità di regolamentazione competente in materia di sicurezza nucleare e di radioprotezione.

 

LEGGI TUTTO IL DOSSIER

Condividi

Carica altri contenuti