Home > Norme > Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale

Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale

Approvate definitivamente

 

 

 

 

Per i professionisti

Articolo 9

(Deducibilità delle spese di formazione ed accesso alla formazione permanente)

Il comma 1 prevede, nella determinazione del reddito di lavoro autonomo di cui all’articolo 54 TUIR:

  • la piena deducibilità, nei limiti di 10 mila euro, delle spese di iscrizione a master e corsi di formazione o aggiornamento professionale, convegni e congressi oltre a tutte le altre spese relative, quali soggiorno e viaggio;
  • nel limite di 5 mila euro, la piena deducibilità delle spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, ricerca e sostegno alla autoimprenditorialità, formazione o riqualificazione professionale mirate a sbocchi occupazionali effettivamente esistenti e appropriati in relazione alle condizioni del mercato del lavoro erogati dagli organismi accreditati;
  • l’integrale deducibilità degli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà.

Articolo 17

(Tavolo tecnico di confronto permanente sul lavoro autonomo)

Il comma 1 istituisce, al fine di coordinare e di monitorare gli interventi in materia di lavoro autonomo, presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, un tavolo tecnico di confronto permanente sul lavoro autonomo, composto da rappresentanti designati dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, nonché delle associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e dalle associazioni di settore comparativamente più rappresentative a livello nazionale, con il compito di formulare proposte e indirizzi operativi in materia di politiche del lavoro autonomo con particolare riferimento a:

  1. Modelli previdenziali;
  2. Modelli di welfare;
  3. Formazione professionale

 

 


 

Condividi

Carica altri contenuti