Home > Norme > Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro

Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro

 

Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro e le modalità di applicazione della normativa per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro agli studenti in regime di alternanza scuola-lavoro

 

Decreto 03/11/2017 n. 195

In: GU Serie Generale n.297 del 21-12-2017

Entrata in vigore del provvedimento: 05/01/2018

 


 

 

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca n. 195 del 3 novembre 2017, con cui viene definita la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro. Il regolamento riguarda gli studenti degli istituti tecnici e professionali, nonché dei licei, impegnati nei percorsi di alternanza negli ultimi tre anni del percorso di studi e agli studenti dei percorsi di istruzione e formazione professionale definendo diritti e doveri degli studenti e regolamentando l’applicazione delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

 

 

Struttura

Si tratta di un documento costituito da sette articoli che disciplinano: modalità di svolgimento dei percorsi; diritti e doveri degli studenti; disposizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; istituzione di Commissioni territoriali per l’alternanza.

 

 

Finalità

La Carta si pone la finalità di fornire agli studenti l’opportunità di conoscere ambiti professionali, contesti lavorativi e della ricerca, utili a conseguire e integrare le competenze curriculari, al fine di motivarli e orientarli a scelte consapevoli, nella prospettiva della prosecuzione degli studi o dell’ingresso nel mondo del lavoro.

 

 

Diritti e doveri

Tra i diritti degli studenti, ricordiamo:

  • il diritto ad un ambiente di apprendimento favorevole alla crescita della persona e ad una formazione qualificata, coerente con l’indirizzo di studio seguito, che rispetti e valorizzi l’identità di ciascuno;
  • il diritto ad una dettagliata informazione sul progetto e sulle sue finalità
    educative e formative;
  • il diritto al riconoscimento dei risultati di apprendimento conseguiti, in termini di competenze, abilità e conoscenze, anche trasversali, relativi al percorso formativo seguito;
  • il diritto a esprimere una valutazione sull’efficacia e sulla coerenza
    del percorso di alternanza effettuato rispetto al proprio indirizzo di studio.

 

 

Tra i doveri, invece, ricordiamo:

  • il dovere di rispettare le regole di comportamento, funzionali e organizzative della struttura presso la quale è svolto il periodo di alternanza, nonché il regolamento degli studenti dell’istituzione scolastica di appartenenza;
  • il dovere di garantire l’effettiva frequenza delle attività formative erogate dal soggetto ospitante;
  • il dovere di rispettare le norme in materia di igiene, salute e sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • il dovere di ottemperare agli obblighi di riservatezza per quanto attiene a dati, informazioni e conoscenze acquisiti durante lo svolgimento dell’esperienza in alternanza.

 

Condividi

Carica altri contenuti