Home > Media e News > Primo Rapporto sullo Stato del Capitale Naturale in Italia 2017

Primo Rapporto sullo Stato del Capitale Naturale in Italia 2017

Fonte Ministero dell’Ambiente

 

 

LEGGI IL RAPPORTO

 

 

Sin dalle origini lo sviluppo delle società umane è strettamente legato all’utilizzo degli stock di risorse naturali e dei beni e servizi da essi forniti. Si tratta di ciò che oggi definiamo “Capitale Naturale”, e cioè l’intero stock di beni naturali (organismi viventi, aria, acqua, suolo e risorse geologiche) che contribuiscono a fornire beni e servizi di valore, diretto e indiretto, per l’umanità e che sono necessari per la sopravvivenza dell’ambiente stesso da cui sono generati.

Dall’inizio del ‘900 la popolazione mondiale è aumentata, con un tasso di crescita mai visto nella storia precedente, in un solo secolo di ben 4,5 volte e, per lo sviluppo tecnologico, delle produzioni, dei commerci e dei consumi, il prelievo di risorse naturali è aumentato addirittura di 10 volte, con un ritmo più che doppio di quello dell’aumento della popolazione, configurando un nuovo contesto globale nel quale si moltiplicano le pressioni sul Capitale Naturale.

Condividi

Carica altri contenuti