Home > Interpelli alla Direzione Generale per l’Attività Ispettiva > Lavoro intermittente e prestazioni di lavoro straordinario

Lavoro intermittente e prestazioni di lavoro straordinario

Interpello del 24/10/2018 – n. 6/2018

 

Lavoro intermittente e prestazioni di lavoro straordinario: Clicca qui

 

  • Istanza: Articolo 9, D.Lgs. n. 124/2004 – Lavoro intermittente e prestazioni di lavoro straordinario
  • Destinatario: A.N.I.S.A.

 

 

L’Associazione Nazionale delle Imprese di Sorveglianza Antincendio (A.N.I.S.A.) ha formulato istanza di interpello al fine di conoscere in ordine alla possibilità di non applicare al lavoratore intermittente la disciplina contenuta nel decreto legislativo 8 aprile 2003, n. 66 in materia di orario di lavoro nel caso venga effettuato lavoro straordinario eccedente le 40 ore settimanali. 

In particolare, viene chiesto se in tale ipotesi sia possibile erogare unicamente il controvalore per la prestazione svolta come se si fosse in regime di orario ordinario di lavoro e non anche la maggiorazione per lavoro straordinario prevista dalla contrattazione collettiva.

La commissione interpelli conclude che la facoltà concessa dalla legge al datore di lavoro di attivare il contratto di lavoro intermittente rispetto ad esigenze e tempi non predeterminabili, non consente di escludere l’applicazione delle disposizioni in materia di lavoro straordinario e delle relative maggiorazioni retributive, nel rispetto delle disposizioni del decreto legislativo n. 66 del 2003 e di quanto eventualmente previsto dal contratto collettivo applicato al rapporto di lavoro.

Condividi

Carica altri contenuti