Home > Il diritto alla portabilità dei dati

Il diritto alla portabilità dei dati

Art. 20 RGPD – Regolamento generale sulla Protezione dei Dati

 

 

L’articolo 20 del RGPD (Regolamento generale sulla Protezione dei Dati)  introduce il nuovo diritto alla portabilità dei dati che, per molti aspetti, si differenzia dal diritto di accesso pur essendo a quest’ultimo strettamente connesso.

 

 

INFOGRAFICA

 

Il diritto alla portabilità dei dati permette agli interessati di ricevere i dati personali da loro forniti al titolare, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile meccanicamente, e di trasmetterli a un diverso titolare.
L’obiettivo ultimo è accrescere il controllo degli interessati sui propri dati personali.
 Consentendo la trasmissione diretta dei dati persona li da un titolare del trattamento all’altro, il diritto alla portabilità rappresenta anche uno strumento importante a supporto della libera circolazione dei dati personali nell’Ue e in favore della concorrenza fra i titolari.

 

 

Condividi

Carica altri contenuti