Home > Appalti pubblici. Sostenibilità. Aggiornati i CAM relativi a edilizia, prodotti tessili e arredi per interni

Appalti pubblici. Sostenibilità. Aggiornati i CAM relativi a edilizia, prodotti tessili e arredi per interni

Decreto 11/01/2017

Autorità emanante: Ministero dell’Ambiente

Provvedimento: decreto 11 gennaio 2017

In GU Serie Generale n. 23 del 28-1-2017

 


 

Fonte: Appalti&Contratti

L’aggiornamento dei CAM è reso necessario dalle innovazioni tecniche e commerciali del mercato e dalla nuova disciplina sugli appalti pubblici.

La sistematica introduzione dei criteri sociali ha giovato in particolare al CAM sui prodotti tessili, mentre per gli arredi la novità più rilevante è la valorizzazione del riutilizzo. Le stazioni appaltanti devono obbligatoriamente tenere in considerazione gli impatti ambientali correlati ai prodotti, servizi e lavori che acquisiscono e ciò rende necessario un periodico aggiornamento dei Criteri Ambientali Minimi (CAM), nell’ottica di fornire adeguati strumenti di lavoro alle stazioni appaltanti.

I nuovi riferimenti riguardano:

  1. forniture di prodotti tessili
  2. fornitura e servizio di noleggio di arredi per interni
  3. affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici

Le previsioni di cui all’art. 34 del D.lgs. 50/2016 e il successivo DM 24 maggio 2016 riportano per questi CAM i seguenti obblighi di applicazione:

50% del valore a base d’asta

50% del valore a base d’asta

100% del valore a base d’asta

Il quadro normativo definito dal Legislatore si arricchisce ulteriormente e il Piano d’Azione per la sostenibilità dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione” (PAN GPP) acquisisce nuovi strumenti operativi. Sta ora alle Stazioni Appaltanti informarsi e formarsi per rinnovare le proprie pratiche ed evitare di incorrere in ricorsi e segnalazioni, che gli operatori in possesso di certificazioni ambientali non mancheranno di effettuare, per far valere i diritti recentemente acquisiti.

Condividi

Carica altri contenuti