Home > APE Sociale

APE Sociale

Firmato il 18/04/2017 il decreto attuativo

 

 

 

Il presidente del Consiglio ha firmato il 18 aprile 2017 il decreto attuativo dell’Ape Sociale, la misura sperimentale di anticipo pensionistico in vigore dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018. A questo punto manca solo il via libera del consiglio di Stato, poi il testo potrà essere pubblicato in Gazzetta ufficiale e quindi diventare pienamente operativo.

 

 

 

L’Ape sociale, l’indennità-ponte per i lavoratori con almeno 63 anni di età e 30 di contributi che si trovano in condizioni di difficoltà economica (un ammortizzatore sociale scaduto o in scadenza) a poco più di tre anni (3 anni e 7 mesi massimo) dalla pensione, a differenza dell’Ape volontaria*, non prevede alcun coinvolgimento di banche e assicurazioni essendo l’anticipo completamente finanziato dallo Stato.

 

Erogazione

I soggetti che hanno diritto al beneficio riceveranno un trasferimento monetario direttamente dall’Inps, pari alla pensione certificata al momento della richiesta (se è inferiore a 1.500 euro lordi) o direttamente 1.500 euro lordi (se la pensione futura certificata fosse maggiore).

Bisognerà fare domanda all’Inps tra il primo maggio prossimo e non oltre il 30 giugno per rientrare nella prima finestra utile di pagamento della prestazione, che dovrebbe scattare tra settembre e dicembre

 

 

 

 *Attuato tramite prestiti da parte di banche e assicurazioni, erogati attraverso l’Inps, che dovranno essere restituiti con rate di ammortamento costanti dagli interessati, una volta conseguita la pensione, per i successivi venti anni con i relativi interessi.

 

Condividi

Carica altri contenuti